Albania

On the road

Mi è capitato di attraversare questo paese viaggiando dal Montenegro all’aeroporto di Tirana, a bordo di un taxi scassato con un guidatore fenomenale, Valentino.

Questo driver conosciuto per caso, è stato un compagno eccezionale di viaggio, con i suoi aneddoti e racconti di un Montenegro in bilico tra presente - turisti russi, grandi alberghi, prezzi volati alle stelle- ed un passato recente (il Montenegro è indipendente dal 2006) fatto di contrabbando ed espedienti per sbarcare il lunario.

Durante il nostro breve viaggio (beh, mezza giornata per percorrere più o meno 160 km), ho attraversato paesi sperduti, campi coltivati e visto scorrere paesaggi campestri, in nazioni in cui solamente la costa ha conosciuto un turismo sempre più selvaggio.

Abbiamo visitato assieme a Valentino la fortezza di Scutari. Culla della cultura Albanese, viene anche detto Castello di Scutari.  Venne costruito su di un'alta collina, ricoperta interamente di rocce difficili da scalare. Per la sua posizione strategica fu per secoli un inattaccabile bastione. Ad oggi rimangono delle rovine da cui si gode una vista eccezionale. 

Ci siamo poi fermati a pranzo in un ristorante a picco sul fiume Drin, mangiando economicissimi scampi, accompagnati da musica balcanica.

Abbiamo infine trascorso una piacevole serata a Tirana, dopo aver passeggiato tra le sue architetture di chiaro richiamo sovietico. Il #brutalissimo dei palazzi del potere stona con la vivacità di Tirana, piena di locali eleganti, ristoranti trendy, affollata di giovani.

 

L’Albania rappresenta sicuramente un ottimo spunto per chi volesse una vacanza low cost.

HOTEL: Best Western Premier Ark. Ottimo, di fronte al piccolo aeroporto a circa mezz’ora di taxi dal centro, comodo per chi ha un volo presto la mattina come noi.

©2020 di Brevi racconti e aneddoti di viaggio.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now