• Ele Puca

COSA METTERE IN VALIGIA


E’ il momento di organizzare bagagli e gli ultimi dettagli.



BAGAGLI

Io preferisco viaggiare solo con bagaglio a mano: pratico per muoversi, senza cardiopalmi al ritiro, veloce per salire e scendere dall’aereo.

Nel tempo ho viaggiato con praticamente ogni tipo di valigi, da quella enorme senza rotelle (ancora oggi mi chiedo come ci si riuscisse!), alla rigida (ma quanto pesavano?!?), allo zaino, al trolley, al più piccolo zainetto (il massimo del minimo l’ho raggiunto con uno zainetto Napapijri per due persone per 15 giorni!).

Poco bagaglio, significa massima organizzazione in quello che si porta via.

Ho alcuni capi che non possono mancare: una sciarpa o un foulard per l’aereo o qualsiasi mezzo di trasporto con aria condizionata sotto zero, un paio (ma spesso abbondo) di leggings pratici e poco i ingombranti, un pareo multi uso (telo mare, lenzuola di emergenza, ombreggiante per la spiaggia). Cerco di portare tante magliette quanti sono i giorni, ma se non riesco a causa del poco spazio, non me ne faccio una pena: utilizzerò qualche lavanderia. Non manca un abitino nero più elegante, nel caso capitasse l’occasione. Immancabili poi infradito ed un paio di sandali per la sera.

Da qualche tempo utilizzo pratici separatori per valigia. Sono comodi perché potrete tirarne fuori uno alla volta, separare il pulito con lo sporco, separare anche i tipi di abiti. Poco ingombranti e utili per organizzare al meglio la valigia.

Metodo piegatura vestiti: a volte arrotolo a volte no, non credo faccia molta differenza!

Ultimi tips.

Se parto d’inverno e vado al caldo, per non avere troppi ingombri durante il viaggio, lascio la giacca in auto e parto con qualcosa che possa indossare anche all’arrivo. Attenzione però se avete degli scali intermedi. A me è capitato due volte di ritrovarmi al freddo piuttosto che al caldo, con abbigliamento estivo!

Infine utilizzate la vacanza per fare un po’ di pulizia del vostro armadio: portate quello che non indossate più, non sarete alla moda, ma potrete gettarlo e fare spazio per qualche souvenir al ritorno (oltre a ridurre lavaggi e stirature al ritorno!).


Il segreto di una buona valigia, comunque, è non considerarla un armadio!

MEDICINALI

Alcuni sono, secondo me, indispensabili: antidolorifici, antipiretici, antistaminici (per me che sono allergica, ma non si sa mai), un antibiotico a largo spettro, Imodium e anche qualcosa per il mal di gola, per i fastidiosi sbalzi di temperatura. Dall’ultima vacanza ho rivalutato anche una dose di adrenalina.

Ricordate di portare anche la posologia, non tanto (ma anche) per l’uso, ma piuttosto in caso di controllo doganale.



COSMESI

Viaggiando con il solo bagaglio a mano, necessariamente devo portare prodotti di taglia inferiore a 100ml: shampoo, maschera e lisciante per capelli, semi di lino, crema corpo e creme viso, detergente intimo, solari, troverete tutto in comode mini-taglie. Ne potrete portare più di una nel caso pensiate non vi basti una sola confezione, ma attenzione! avete comunque il massimo di 1.000ml nel bagaglio a mano. Il lato positivo è che, una volta terminate, potrete fare spazio in valigia.

In molte profumerie, troverete anche comodi tubetti mini-taglie vuoti, da riempire con il prodotto a cui siete abituate/affezionate.

Ottima alternativa alle mini taglie, sono i prodotti solidi: pratici ed ecologici.


DOCUMENTI DI VIAGGIO

Passaporto ed una copia cartacea (possibilmente da non tenere assieme) non possono mancare. Io sono solita stampare anche i biglietti aerei o le conferme delle prenotazioni: è vero che i Wallet del cellulare sono comodi, ma non si sa mai (perdere il telefono sarebbe una catastrofe!).

Viaggio sempre con un paio di foto tessere, utili per visti, abbonamenti o ingressi particolari.

Controllate anche se la patente italiana è valida ed accettata, in caso contrario dovrete farne una internazionale.

Attenzione anche se nella vostra patente è specificata la guida del motorino, per un cavillo tutto italiano, non in tutte le patenti è riportato il simbolo del motorino, senza del quale, in alcuni paesi più ligi, non potrete affittarlo!

Non dimenticate una buona guida, ed un paio di libri per il viaggio.


VACCINAZIONI

Almeno due mesi prima di partire controllate il vostro passaporto sanitario e verificate se avete richiami da fare. Nel caso non abbiate vaccinazioni o non siate sicuri, recatevi al centro più vicino di Medicina del Viaggiatore, sapranno darvi tutte le indicazioni opportune.

E, mi raccomando, quando preparerete le valige, ricordatevi il passaporto sanitario!


MACCHINA FOTOGRAFICA

Fate un check di tutti gli accessori e sopratutto delle batterie!

Valutate anche se il vostro viaggio richieda un’attrezzatura particolare (es. zoom, o flash, o altro). Potrete rivolgervi al vostro negozio di fiducia per un noleggio.


Quando non hai lo spago e ti attrezzi come puoi!

GLI INDISPENSABILI

Non parto mai senza: Amuchina per le mani (anche in era pre-covid), salviettine tascabili multi uso, filo interdentale (che può rivelarsi multi uso), una zanzariera portatile (può tornare utile, ma ricordatevi anche uno spago per fissarla, altrimenti dovrete improvvisarvi McGaiver), un sacco lenzuolo (entrato di diritto nel bagaglio dopo aver trascorso una notte in un vagone letto vietnamita), che può però essere sostituito dal pareo multi uso. Da poco ho aggiunto salviettine disinfettanti per superfici (io uso quelle della Lisoform che sono comodissime).

Ricordatevi poi di attaccare le etichette in ogni bagaglio (indicando il vostro cellulare con prefisso italiano), molte compagnie lo richiedono anche per quelli a mano. Ma soprattuto, se imbarcate la valigia, in caso di smarrimento, sapranno come avvisarvi.

VALUTA

Porto sempre qualche dollaro di piccola taglia con me. Non avendo l’euro banconote di modico valore, devo dire che la valuta americana è sempre comoda. Se proprio non vi serviranno, li riporterete a casa.

Fate poi la massima attenzione allo stato delle banconote! In alcuni stati non vengono accettate quelle stropicciate, lise o rotte (anche se in minima parte). Addirittura, a volte, anche se in buone condizioni, neanche quelle particolarmente vecchie. A me è capitato!


Da ultimo, prima di partire fare un salto sul sito di Viaggiare Sicuri: potrete controllare se c’è qualche segnalazione relativamente alla meta in cui siete diretti e potrete anche comunicare dove andrete, una piccola ulteriore precauzione che può tornarvi utile!



Ed ora non vi resta che partire!

Buon divertimento!



Post recenti

Mostra tutti

©2020 di Brevi racconti e aneddoti di viaggio.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now